Fanfara Bersaglieri
Provinciale di Siena             

 Ultime notizie 

Le Scuole Spezzine per il  70°
Raduno Nazionale Bersaglieri

La Fanfara di Siena è stata invitata a La Spezia il 27 Febbraio 2023 dal Comitato Organizzatore del 70° Raduno Nazionale Bersaglieri per promuovere una serie di percorsi didattici rivolti agli alunni delle Scuole Primarie, Secondarie e degli Istituti Superiori della Spezia per far conoscere la storia dei Bersaglieri, gli ideali, i valori e le esperienze che li caratterizzano e che hanno permesso a questo corpo dell’Esercito Italiano di diventare uno dei più amati per il rilievo che ha avuto nel corso della storia d’Italia e che ha tuttora nelle missioni di pace. Il progetto si propone pertanto di sensibilizzare e coinvolgere attivamente bambini e ragazzi, promuovendo varie iniziative a cui le classi potranno aderire.

150° Carnevale di Via​reggio 2023

La Fanfara di Siena ha partecipato al 150° Carnevale di Viareggio il 4 Febbraio 2023,  facendo da apri fila ai giganteschi carri allegorici intonando le meravigliose note bersaglieresche.

Guarda il video
Scopri di più

La Fanfara di Siena sarà presente al Raduno Nazionale - La Spezia 2023

L' Arte Bersaglieresca 
durante il coronavirus

Comune della
Città di Chiusi

Comune di
Pienza

La Fanfara Provinciale dei Bersaglieri di Siena è orgogliosa di presentare il nostro cortometraggio vincitore del concorso   "L'Arte Bersaglieresca durante il coronavirus" promosso dall'Associazione Nazionale Bersaglieri.
Un cordiale ringraziamento alle Amministrazioni Comunali e alle Sezioni dei Bersaglieri delle città ospitanti di Chiusi e Pienza, per aver permesso lo svolgimento delle riprese in questi luoghi meravigliosi.

Grazie al suo vasto repertorio, la Fanfara dei Bersaglieri di Siena regala ad ogni esibizione uno spettacolo avvincente e piacevole, una vera e propria emozione che lascia il segno. Le nostre impetuose note musicali sono gradite sia da un pubblico che ci assiste per la prima volta sia da chi le riascolta.
Siamo orgogliosi ed onorati di portare, in Italia e nel mondo intero, il ricordo e la storia del Corpo dei Bersaglieri, nonchè i colori della nostra bandiera Italiana, attraverso un'esibizione unica ed entusiasmante.
Attualmente il Capo Fanfara è il Bersagliere Professore Fabio Bindi, sostenuto dai Vice Capo Fanfara Bersagliere Mirco Piazzai ed Edoardo Sacco.

La Fanfara

Il musicista simpatizzante Bersagliere

Il simpatizzante è un dilettante appassionato o un professionista in cerca di esilaranti emozioni, che viene espressamente addestrato per suonare a pieni polmoni e a passo di corsa; inoltre dovrà essere udito da tutto il reparto che segue, uniformandosi al ritmo della Fanfara.
Le labbra, sottoposte alla continua pressione e martellìo del bocchino, non potrà mai rendere il suono perfettamente intonato, quindi crescerà o calerà sensibilmente in conseguenza dello sforzo sopportato.
Un altro fattore importante da tenere presente, è che il Bersagliere deve ritenere a memoria tutti gli spartiti, per tre motivi:
1. Difficoltà di lettura dovuta dalla corsa;
2. Obbligo di mantenere gli strumenti in alto, cioè con le campane rivolte al cielo; 
3. Per rispetto della tradizione, il Bersagliere deve essere sempre pronto ad effettuare un'immediata esecuzione.

Fin dai tempi del Generale Alessandro Della Marmora si ritiene che qualche stecca, cioè una nota presa male, nelle Fanfare dei Bersaglieri ci può star bene; come una piuma che si agita per proprio conto nello svolazzare del piumetto, tutto questo per spronare il Bersagliere.

Il motto degli Ufficiali e dei  Capi Fanfara nelle caserme è stato fin dall'inizio: " Stonate, ma suonate! " 

Purtroppo, musicalmente, una stecca sarà sempre una piuma mozza per chi la ascolta e per il Bersagliere stesso; in verità è difficile non steccare andando di corsa, ma anche questa è tradizione e va capita nella più ingenua essenza.